martedì 19 aprile 2016

Compleanno... buffet... panini dolci!!

Tra pochi giorni festeggeremo il compleanno della mia principessa. Una festicciola con tutti i suoi amichetti e anche i nostri. Da buona forchetta quale sono ho deciso di fare tutto in casa, con l'aiuto di un'amica e di mia cognata ce la faremo di certo!
I panini al latte sono uno di quei ricordi indissolubili dei miei compleanni. Mia mamma è una bravissima cuoca. Datele verdure, carne, pasta sfoglia, sughi e crea cose da leccarsi i baffi. Basti pensare alla sua torta verde, i suoi ravioli di borragine, la frisciolata, la farinata, le raviole, gli arrosti.... fa benissimo tutto!! Tranne i dolci, le pizze e il pane. Quelli non li sa fare, o meglio, dice di non saperli fare. Ma sono sicura che sarebbe capace di farli se solo ci provasse. Comunque come dicevo i panini al latte sono un ricordo dei miei compleanni ma mia mamma li comprava pronti. Io che sono testarda e che amo impastare ho deciso invece di farli in casa!

Perdonate la pessima qualità della foto ma ho il telefono in assistenza, la fotocamera era scarica e ho dovuto fare le foto con il vecchio telefono. Mi rifarò appena possibile!
Siete pronti? Ecco la ricetta!!

Ingredienti per 30 panini circa

150 grammi di farina 0 (io uso la speciale per pizza dell'Eurospin)
350 grammi di farina 00
5 grammi di lievito di birra fresco (se usate quello secco fate 2 grammi)
300 ml di latte tiepido
55 grammi di zucchero semolato
6 grammi di sale fino
40 grammi di burro
1 uovo e latte qb per spennellare i panini

Setacciate le farine in una ciotola. Unite lo zucchero e mescolate. Se usate il lievito secco aggiungetelo ora al mix di farine.
Se usate il lievito fresco come me scioglietelo dentro al latte tiepido (non deve essere caldo, ma leggermente superiore alla temperatura ambiente) e poi versate il latte nella ciotola delle farine iniziando a impastare. Nel frattempo fate fondere il burro e una volta impastati gli ingredienti della ciotola aggiungetelo. Aggiungete anche il sale e continuate a impastare. Impastate fino a quando l'impasto non sarà ben elastico, ci vorranno almeno 15 minuti circa. Spennellate di olio o burro una ciotola e mettetevi dentro la palla di impasto. Coprite con la pellicola trasparente e fate lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore). Se fa molto freddo potete mettere la ciotola dentro al forno SPENTO, con la sola luce accesa.
Appena l'impasto raddoppia il volume tiratelo fuori e ricavate dei bocconcini piuttosto piccoli, io ne ho fatto circa 30 da 30 grammi. Precisamente ne sono usciti 31.


Adagiateli sulla teglia del forno coperta di carta forno, spennellateli con l'uovo mescolato al latte e fate lievitare altri 30 minuti a temperatura ambiente. Intanto accendete il forno a 200° e passata la mezz'ora di riposo infornateli per 12 minuti circa. I bocconcini sono cotti quando sono belli dorati.

Io li ho farciti con ripieni salati e con ripieni dolci. Ottimi in entrambi i casi. Una volta pronti potete conservarli per 2-3 giorni in un sacchetto del congelatore.

Se li fate fatemi sapere!!
Buon panino!

Elisa

venerdì 8 aprile 2016

Torta di porri e noci... che bontà!!

Amo i porri. Amo le torte salate. Amo le noci. Amo questa torta!!
In casa mia si usano tantissimo i porri, faccio la vellutata di porri e patate, le frittate con i porri, le quiche di porri, i porri al latte, il sugo bianco di porri e tanto altro. Questa torta però è davvero speciale perché il mix porri e noci la rende davvero strepitosa.
Vi consiglio di farla utilizzando la pasta brisée, acquistata o fatta in casa. Vedrete che bontà!!


Ingredienti
4 porri
panna da cucina
1 uovo
noci tritate grossolanamente
200-250 grammi di emmenthal
olio
sale e pepe qb

Procedimento
Affettate i porri molto sottili (anche la parte verde) e fateli soffriggere in padella fino a quando non saranno ben cotti (continuate a mescolarli e fate attenzione a non bruciarli).
Una volta freddi aggiungete l'uovo, la panna da cucina (io ne ho messo una confezione piccola, vedete voi quanta ne serve in base alla consistenza del ripieno una volta aggiunti tutti gli ingredienti), l'emmenthal grattuggiato con la grattugia a julienne, le noci tritate. Mescolate bene e aggiustate di sale e pepe.
Foderate una teglia con della carta forno e stendetevi sopra la pasta brisée. Riempite con il ripieno a base di porri e infornate in forno caldo, statico, a 200° per 20 minuti circa. La sfoglia deve essere ben dorata.

venerdì 19 febbraio 2016

La pizza... stendiamo l'impasto e gnamm!!!!

È arrivato il momento finale! Stendere l'impasto, farcirlo e mangiarlo!
Prendete una pallina di pasta e stendetela sul piano ben infarinato, con le mani oppure usando il mattarello. Coprite la superficie con la salsa di pomodoro, un pizzico di sale, un filo di olio e la mozzarella a cubetti.
Infornate in forno caldo (al massimo della temperatura, il mio sono 230°) fino a cottura.


 Buon appetito!
Elisa

La pizza... facciamo le palline!

Un'oretta e mezza prima della cottura (ma anche due) potete passare alla fase successiva, ovvero le palline!

Prendete l'impasto e delicatamente passate la mano sul fondo della ciotola per staccare l'impasto.
Infilate la mano sotto l'impasto come fosse un cucchiaio e con l'altra tagliate stringendo l'impasto tra pollice e indice. Passate il pezzo di impasto staccato tra le mani senza schiacciare o impastare, in modo da formare la pallina.


Adagiatela sopra il piano di lavoro ben infarinato e continuate fino ad esaurimento dell'impasto. Io ho realizzato 5 palline piuttosto grandi perché ho delle teglie grandi (33-35 cm) e perché la pizza non ci piace troppo sottile.

Coprite le palline con il canovaccio di prima, bagnato e ben strizzato. Lasciate riposare almeno un'oretta e mezza a temperatura ambiente.

A più tardi!

Elisa

La pizza... rimpastiamo!

Avete lasciato lievitare la vostra base per la pizza nel forno coperta da un canovaccio bagnato e strizzato?

Bene, ora prendetela e impastate leggermente, a mano, in modo da sgonfiare l'impasto.

Rimettete la ciotola nel forno SPENTO, coperta dal canovaccio di prima.

Ci risentiamo tra un paio di ore!!

Elisa

La pizza.. la facciamo insieme?

Da diverso tempo in casa nostra è diventata tradizione la pizza del venerdì sera. Poco importa che magari al sabato siamo invitati a cena da qualche parte e mangeremo di nuovo pizza. Al venerdì se ho tempo e voglia (che a volte manca anche a me) impasto la pizza... e di solito lo facevo con una quintalata di lievito, per seguire la ricetta della zia, quella zia che fa una pizza da svenire tanto che è buona.
Poi parlando con un'amica, bravissima a far la pizza, mi ha quasi tolto il saluto perché a suo dire il lievito che usavo era troppo troppissimo. E così armata di fiducia, pazienza e coraggio ho provato a ridurre drasticamente la dose e a modificare la mia ricetta anche grazie ai consigli di un vero esperto. Fino ad ottenere la ricetta di oggi, proverò in futuro a ridurre ulteriormente, ma lo farò quando non avrò ospiti a cena, e capita raramente quando faccio la pizza, di solito c'è sempre qualcuno che si autoinvita! :)
Però dato che a me le cose semplici non piacciono ho pensato ad un "gioco" simpatico da fare insieme... Prepariamo la pizza insieme!! Siete pronti? Iniziamo dall'impasto. Io ho impastato un paio di ore fa, in casa mia si cena presto, per cui impasto presto.


Ingredienti
1 kg di farina (uso la 0, precisamente la farina per pizza dei Tre Mulini - Eurospin - ma se non l'avete in casa usate la 00. NO Manitoba)
15 gr di sale
600 gr di acqua tiepida
6 gr di lievito di birra fresco
olio a piacere
1 cucchiaino di zucchero

Questi sono gli ingredienti per l'impasto. Per la farcitura al prossimo passaggio descritto nel prossimo post!

Procedimento

Sciogliete il lievito di birra nell'acqua tiepida. Tiepida, non bollente altrimenti ucciderete il lievito!! Aggiungete il cucchiaino di zucchero e lasciate riposare qualche minuto.
Versate l'acqua con il lievito dentro una ciotola. Versate sopra la farina e per ultimo il sale che non deve entrare in contatto con il lievito.
Impastate e mettete a riposare dentro una ciotola, coperta da un canovaccio da cucina pulito, bagnato e strizzato, nel forno SPENTO. Mi raccomando. SPENTO. :)

a più tardi con gli altri passaggi!!

Elisa

martedì 9 febbraio 2016

Ti metti a fare una torta e...

alla fine ne prepari 4!!
No, non sono ancora impazzita, anche se il dubbio ogni tanto mi viene... :)
Avevo voglia di un dolce e in particolar modo di questa torta buonissima, la torta della nonna.
Non è una torta che faceva la mia nonna, lei era più da ciambellone e torta sbattuta. La torta della nonna è una torta che ho conosciuto per caso durante i primi mesi di convivenza con mio marito. Un giorno su una confezione di un prodotto Paneangeli ho trovato questa ricetta ed è stato amore a prima vista. Per non parlare poi di quando l'abbiamo assaggiata!!
Come dicevo avevo voglia di questa torta. Una rapida occhiata in casa e avevo tutti gli ingredienti a portata di mano. Così armata di planetaria e tutti gli ingredienti ho iniziato a impastare. Mentre il panetto di pasta riposava in frigorifero ho preparato la crema (di solito si usa la crema pasticcera ma ho voluto provare con la mia crema al latte e il risultato mi ha soddisfatta molto).
Poi ho steso la pasta nella teglia e... mi sono accorta solo in quel momento di quanto fosse piccola!! Così ho deciso di fare anche tre tortine in miniatura!


Vi lascio qui la ricetta

per la sfoglia potete usare questa ricetta della Paneangeli

per la crema invece io uso questa ricetta
1/2 litro di latte
25 grammi di farina
60 grammi di zucchero
(se volete una crema al limone aggiungete la buccia di un limone grattugiata)

Scaldate il latte nel microonde o in un pentolino. In un altro pentolino mescolate farina, latte e se volete la buccia di limone. Aggiungete il latte a cucchiaiate e mescolate in modo da ottenere una specie di pastella senza grumi. A questo punto aggiungete tutto il latte e mettete sul fuoco continuando a mescolare fin quando non si addenserà.

A presto!!

Elisa